Cerca

……come nacque il nostro Napoli

……come nacque il nostro Napoli

Benvenuti a tutti. In questa pagina ripercorreremo una favola lunga novant’anni: la storia della Società Sportiva Calcio Napoli. Ad essa cercheremo di associare aneddoti e curiosità. Una storia che per le statistiche comincia nel 1926.

In realtà il calcio a Napoli nacque ben prima, nel 1904, quando fu fondato il Naples Cricket and Football Club dall’inglese James Poths e dall’ingegnere napoletano Emilio Anatra; una squadra che giocava al campo del Mandracchio prima, nei pressi via Marina, e poi nella zona di Capodichino, al Campo di Marte.

Ma il primo vero campo di calcio fu quello di via Campegna, situato nei pressi dell’attuale stazione ferroviaria di Campi Flegrei, guarda caso non lontano dal nostro stadio San Paolo. Questo campo era privo di spogliatoi e i giocatori si presentavano già in divisa pronti per la gara.

Alcuni anni dopo la squadra ottenne il primo vero campo con spogliatoi e anche una sorta di tribuna in legno per agli spettatori. Il campo si trovava nella zona dell’ippodromo di Agnano. Su questo terreno giocavano due squadre di calcio,  il Naples e l’Internazionale. Non tutti gli spettatori accedevano alla tribuna, molti seguivano la partita dalle collinette circostanti il campo di gioco. Si racconta che i portieri avevano la consuetudine di portare con loro una sedia, che serviva quando il pallone era lontano dalla propria area di rigore.

Nel 1913 si passò al campo di calcio Vittorio Emanuele III che si trovava nei pressi del poligono di tiro. Ma il primo vero “stadio” con le tribune in legno che potevano ospitare circa 9000 spettatori si ebbe nei pressi dell’Ilva di Bagnoli. In questo piccolo stadio si alternavano 4 squadre di calcio il Naples, l’Internazionale, la Pro Napoli e l’Ilva Bagnoli. Fu proprio in questo luogo che i napoletani scoprirono e cominciarono ad apprezzare  il calcio; fu organizzato un incontro tra il Naples ed una rappresentativa inglese. La squadra partenopea vinse contro quelli che erano considerati gli inventori di questo nuovo sport e la notizia si diffuse subito in città, suscitando interesse da parte di tutti.

Successivamente nel 1922 si ebbe la fusione del Naples e dell’Internazionale e venne fondata la squadra dell’Internaples, che dal 1925 fu affidata ad un nuovo presidente, l’industriale napoletano Giorgio Ascarelli. La nuova compagine conquistò subito il primato regionale, diventando Campione di Campania.

A livello nazionale, però, in quegli anni il calcio della nostra regione era rappresentato soprattutto dalla squadra del Savoia di Torre Annunziata, che nel 1924 era arrivata a contendere al Genoa il campionato nazionale, perdendo in finale.  

Ascarelli aveva intuito che la nuova disciplina sportiva stava appassionando sempre più la gente. Fu così che il 1 agosto del 1926 dall’Internaples nacque l’Associazione Calcio Napoli e proprio Ascarelli ne divenne il primo presidente. Probabilmente la scelta del nome fu dettata anche dell’avversione del regime fascista per i vocaboli esteri.

Cominciò dunque la storia di una squadra di football che per i napoletani sarebbe diventata negli anni molto più di una semplice compagine sportiva….

continua……

 

Redattore

Giovanni Saggiomo

0

Notizie correlate

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. I cookie utilizzati in questo sito sono cookie esclusivamente tecnici. Per i cookie di Google Analytics è stata attivata l'animizzazione dell' IP.

Chiudi